Regresso tecnico

Il Ministero della Giustizia ha avviato la sperimentazione in alcuni Tribunali (tra cui Genova da dove scrivo) per l’invio telematico di alcune istanze di liquidazione di spese. Per fare ciò si dovrebbe usare un software realizzato in Java dal ministero, solo che detto software gira solo su windows con internet explorer, talchè nè è del tutto precluso l’uso a chi come me usa il Mac. Se si pensa che dal 2 gennaio 2007 per queste richieste di liquidazione sarà obbligatorio l’invio telematico, si capisce come la cosa di fatto mi obblighi a comprare un computer con windows. Richiesto di lumi, il tecnico del ministero che ha illustrato il programma, ha candidamente affermato di non sapere cosa dire. Trovo questa scelta assurdamente penalizzante, specie perchè ci troviamo di fronte ad un prodotto realizzato in Java, ma in una versione (dicono) che funziona solo con windows.
Eppure l’adozione di soluzioni open avrebbe potuto migliorare le possibilità di successo del progetto e ridurne i costi.
Mah….

Comments 1

  • […] Non appena ho scoperto che l’applicativo SIAMM per la liquidazione delle spese di giustizia non funzionava sul Mac, ho cercato di fare qualcosa: ho mandato un fax al Ministero; ho scritto a Punto informatico, a Gnuvox, a Fiorello Cortiana a Beppe Grillo (indice questo di vera disperazione). Nessuno mi ha nemmeno minimamente considerato. Adesso grazie anche alle preziose indicazioni di Francesco, ho inviato una mail al responsabile del progetto. Per come stanno andando le cose non mi aspetto granchè. Comunque staremo a vedere. […]

Leave a Reply

%d bloggers like this: