Requiem per un .it

Nonostante innumerevoli tentativi, il mio nome a dominio .it non è stato registrato. Il NIC dice da ormai sei giorni che è in registrazione, il mantainer dice che la LAR è stata ancora respinta perchè illeggibile, alle mie obiezioni dice di non sapere cosa dire, il NIC è telefonicamente irraggiungibile ed a questo punto temo che sia poco utile mandargli un fax. Ho tentato un ultimo bombing mandandogli altre sei volte la LAR scurita con la fotocopiatrice. Poi mi sono scoraggiato. Francesco in cinque minuti cinque mi ha registrato (credo da casa) un identico nome a dominio .com, e ha pure messo su una pagina “sito in costruzione”. Morale, ciò che in Italia non si riesce a fare in molti giorni, negli USA si fa in cinque minuti. Spunto per quanti riflettono sull’insuccesso delle TLC in Italia. Amen.

Comments 3

  • Consiglio vivamente tophost il quale si può pagare solo con paypal/postepay ma in compenso una registrazione anche .it la gestisce veramente in fretta e la LAR te la fornisce già debitamente compilata ovviamente senza la firma. Inoltre la sua interfaccia utente permette di dichiarare a che titolo si vuole registrare il dominio e quindi risolve a priori il problema privato/professionista/società. Costo quasi irrisorio.

  • […] lungo e penoso travaglio, dopo avere rinunciato per sempre a un dominio .it in favore di uno .com perchè […]

  • […] continua, dopo le difficoltà con NIC ingloriosamente conclusesi, (e solo da poco si è capito che il mantainer diceva che ero un privato, io che ero un […]

Leave a Reply

%d bloggers like this: