E dammi ’sto cinque, va…

Chiamato in causa da Francesco, provo ad eseguire il compito, e devi solo mettertici per capire quanto possa essere difficile. Solo non sono sicuro se la difficoltà sia scegliere cinque cose tra le migliaia che compongono le nostre identità, ovveri riuscire a mettere insieme cinque cose nel mare del silenzio e dell’apatia che attornia l’uomo (bravo chi azzecca la citazione).

5. Amo smodatamente la musica classica, anzi quella barocca, anzi Bach (Johann Sebastian, per la precisione). Mi piacerebbe suonare l’organo, ma ho un pianoforte che ha determinato un crollo del valore di mercato degli appartamenti vicini al mio.

4. Mi piace moltissimo leggere, e leggere letteratura, romanzi, non saggi. Passo per un purista della lingua italiana, in realtà cerco solo di non farle violenza.
3. Gli oggettini elettronici le cui funzioni sfiorano la magia esecitano su di me una infantile attrazione della quale talvolta mi vergogno.

2. Mi getto ogni mattina nel rumore, sapendo quanta pace può esserci nel silenzio.

1. ORRORE! Non conosco cinque bloggers cui inviare questa catena, essendo ragionevolmente certo che non verrò mandato a “fresco divertente” (da tradurre in inglese).

E adesso… forse Daniele, che mi conosce ma non mi legge e Kurai, che leggo ma non mi conosce, per pura vendetta due a caso tra gli altri partecipanti a QuasiDot: Andrea e Luca, e un collega che trovo tanto simpatico e dice cose molto giuste. Spero di non avere esagerato…

Comments 6

  • Sarei tentato di “non” ringraziarti poco amabilmente se non fossi cosciente che é tutta colpa di Francesco, per cui caro Roberto cercherò di darti questo famigerato cinque.

  • Anch’io cercherò di soddisfare le curiosità morbose dei miei innumerevoli lettori; lo farò, però, da casa (per ora) mia, cioè http://www.lucabonesini.it.
    Darò a te il -come dice giustamente Andrea- ‘famigerato cinque’; ne riserverò uno ben più fisico, ma non violento, al mio ex-guru ed ex-infallibile preferito, distruttore di sogni, fantasie e blog; il re del rischio, il mastro-non-backuppabile, l’Attila, oh flagello mio! Ok Franz?

  • qui son dolori… e nessuno che provi la citazione (io sto cercando sul tema solitudine ma mica c’azzecco alcunche’…)

  • […] Ed ecco quindi che si apre il collegamento con il meme del momento, lanciato da Luca “3k post” Conti, ed ecco che mi viene in mente come un blog possa essere una mossa nella giusta direzione per uscire dall’angoscia, dalla depressione. Non e’ nulla in se’, ma puo’ diventare un’attivita’ che aiuta a sentirci meno isolati nel mare del silenzio e dell’apatia che attornia l’uomo [ se qualcuno risconosce la citazione me lo dica, cosi’ faccio un figurone con Roberto! ] […]

  • […] Ed ecco quindi che si apre il collegamento con il meme del momento, lanciato da Luca “3k post” Conti, ed ecco che mi viene in mente come un blog possa essere una mossa nella giusta direzione per uscire dall’angoscia, dalla depressione. Non e’ nulla in se’, ma puo’ diventare un’attivita’ che aiuta a sentirci meno isolati nel mare del silenzio e dell’apatia che attornia l’uomo [ se qualcuno risconosce la citazione me lo dica, cosi’ faccio un figurone con Roberto! ] […]

  • […] Ed ecco quindi che si apre il collegamento con il meme del momento, lanciato da Luca “3k post” Conti, ed ecco che mi viene in mente come un blog possa essere una mossa nella giusta direzione per uscire dall’angoscia, dalla depressione. Non e’ nulla in se’, ma puo’ diventare un’attivita’ che aiuta a sentirci meno isolati nel mare del silenzio e dell’apatia che attornia l’uomo [ se qualcuno risconosce la citazione me lo dica, cosi’ faccio un figurone con Roberto! ] […]

Leave a Reply

%d bloggers like this: