Blu area

Ho detto qui di una recente sentenza di Cassazione – di cui non si sente più parlare – che diceva qualcosa di interessante per la Blu Area. All’epoca intervenne sulle pagine del quotidiano cittadino l’amministratore delegato della società che gestisce i posteggi, sostenendo che quanto affermato dalla Corte di Cassazione (anche se s’era scritto la Corte Costituzionale) non doveva trovare applicazione dalle nostre parti, riferendosi sostanzialmente all’opinione espressa dall’assessore, che lui riporta.

Subito scrissi al quotidiano, ma ovviamente non mi ha preso in considerazione nessuno, cosicchè riporto qui il testo della mia mail:

Leggo l’articolo di M. V. sulle zone blu comparso sul quotidiano di oggi.

Innanzitutto la sentenza non è della Corte Costituzionale ma della Corte di Cassazione (peraltro le Sezioni Unite), che sono due organi diversi per ruolo, composizione e funzioni, ed il fatto di averli confusi mi fa pensare che V. scriva non per cognizione diretta del provvedimento, ma riportando notizie di seconda mano su di esso.

Che l’assessore sostenga che la cosa non riguarda Genova è ovvio: egli è una delle parti in causa (come V., del resto). Ho tuttavia sott’occhio il testo integrale del provvedimento, il quale afferma “il diritto del cittadino di non essere sottoposto al pagamento di somme al di fuori dei casi espressamente previsti dalla legge”. La legge dice che quando si istituiscono zone di posteggio a pagamento, occorre riservare su parte della stessa area o su altra parte nelle immediate vicinanze una adeguata area destinata a parcheggio libero. Dette aree destinate a parcheggio libero nel centro di Genova non mi risulta che esistano.

Tale obbligo non sussiste nelle zone di particolare rilevanza urbanistica opportunamente individuate e delimitate dalla giunta nelle quali sussistano esigenze e condizioni particolari di traffico. Mi chiedo se l’assessore si sia limitato ad affermare che l’intera città è una zona di particolare rilevanza urbanistica oppure abbia esibito le delibere di giunta che così la definiscono.

Il fatto è che non mi sembra possibile liquidare una questione del genere con la sola rassicurante affermazione dell’assessore: la Cassazione ha deciso in un caso giudiziario affermando un principio di diritto (peraltro banale: i Comuni rispettino la legge) e di certo non basteranno le affermazioni di una (futuribile) parte in causa ad impedire che altri cittadini demandino all’unico organo a ciò preposto, cioè il Giudice, la valutazione se detto principio debba o meno essere applicato anche alla Blu Area genovese.

Ecco: il fatto che non prendano in considerazione me, mi pare del tutto irrilevante. Ciò che giudico allarmante è il sistema adottato da tanto tempo dalla stampa nostrana di fronte a notizi scomode. Non dicono mai il falso. Semplicemente non danno la notizia.

Leave a Reply

%d bloggers like this: