Monthly archives: March, 2007

Fugit inreparabile tempus

Ieri, dopo tante discussioni, mi sono mestamente avviato – toga al braccio – verso il mio studio. Incontro un amico che mi saluta: accidenti che passo “togato”! E mi sono ricordato di questo. Non c’è nulla da dire. Saigon era Disneyland (in confronto).

Funziona sempre

Un nuovo intralcio alla circolazione si è aggiunto ai già tanti che incontro sul mio percorso di guerra tra casa e ufficio: oltre ai cantieri, ai vigili, ai semafori e alle auto in doppia fila, ecco il distributore di giornali gratis. Sottolineo gratis, perchè strilloni ai semafori ne avevo visti in altre città, ma mai …

Un passo indietro

Tanti anni fa per un certo periodo si parlò della possibilità di istituire un treno superveloce che ci avrebbe portato a Milano in venti minuti. Anzi: si diede per cosa fatta, si costituì un consorzio, si fece vedere il tracciato, si spiegò che si sarebbe costruita una nuova linea tutta per lui e che ci …

Recidivi

Trovo tutte giuridicamente condivisibili le argomentazioni di etienne64 sul caso dei solleciti RAI. Sul piano non giuridico ciò che forse ha convinto il giudice di pace è l’atteggiamento fastidiosamente persecutorio della RAI. Mi spiego. In effetti è per me preferibile ricevere i solleciti piuttosto che la visita del maresciallo, in effetti una TV me la …

E’ uno scherzo?

Leggo sul sito di $noto_editore_di_materie_giuridiche: Il nuovo software “$nome_software”, è uno strumento indispensabile per gli Studi Legali nella gestione degli adempimenti previsti dal nuovo codice della privacy. Infatti, la Legge 196/03 prevede la compilazione guidata del DPS: gli Avvocati sono obbligati a mettersi in regola entro il 31 marzo 2006. Un momento! Non mi risulta …

Storia di una tartaruga.

Ovvero come capire in un solo colpo perchè nel nostro paese la giustizia non funziona e le tasse sono eccessive. Un giorno, nel 1996, un tunisino viene fermato in porto. E’ diretto in Francia e sottobraccio ha una scatola di scarpe tutta bucherellata molto sospetta. Contiene due tartarughe. Sono per i miei bambini, dice il …

Borat

L’ho visto. Offende i Khazaki, gli ebrei, i cristiani, i musulmani, gli americani, il buongusto, il pudore, l’intelligenza degli spettatori. Un film assolutamente oltraggioso. Il vero problema è che non fa nemmeno ridere. Solo qualche spunto con la tecnica delle battute in cui si dice o fa una cosa che sembra assolutamente normale, ma che …

Eumenidi

Una cagata colossale! C’era scritto “da Eschilo e dalla traduzione di Pasolini”. Interessante, quindi. Ho visto Eschilo solo di sfuggita e Pasolini proprio non l’ho notato. Ho visto (e non capito) una interminabile sparata in dialetto siciliano strettissimo fatta da un’unico attore che impersonava un po’ tutti. Con intermezzo rap, sempre in siculo. Si, va …

Questi fantasmi

Stavolta teatro di prosa, Questi fantasmi di Eduardo, con Silvio Orlando: un testo che funziona sempre. Come al solito con Eduardo, la commedia assume venature tragiche ed in conclusione il riso si fa amaro. Come non provare alla fine una umanissima partecipazione per il marito tonto che crede ai fantasmi e chiede loro un regalo …