Senza fretta

La legge prevede che il giudice, come pena accessoria a seguito di determinate condanne, possa (e talvolta debba) ordinare la pubblicazione della sentenza per estratto su uno o più quotidiani. Qualche giorno fa compare sul quotidiano cittadino uno di questi estratti, per un marocchino condannato per ricettazione e falso (probabilmente vendeva qualche oggetto con griffe falsa). Il bello è che la sentenza era del 1997. Avranno appellato, dico. Esatto, ma la sentenza definitiva era del 2002. Riflessioni pratiche: ci vogliono cinque anni per fare una cosa del genere? Perchè non esiste un meccanismo che consente di lasciare perdere quando è passato tanto tempo, e ormai non credo interessi più a nessuno sapere di quella condanna?

Comments 3

Leave a Reply

%d bloggers like this: