Fumato pesante

Ho sentito Ramin Bahrami una volta raccontare che suo padre, morto in tragiche e dubbie circostanze, gli aveva suggerito di ascoltare sempre Bach, perchè non lo avrebbe mai lasciato solo; me ne sono ricordato oggi quando la sua voce mi ha di nuovo raggiunto, per le corde di un artista di strada, proprio mentre riflettevo sulla consapevolezza di stare per morire, adesso o tra cent’anni, non importa, perchè la mia vita, di fronte all’eternità che la precede ed all’eternità che la segue, è un unico istante.

Comments 2

Leave a Reply

%d bloggers like this: