Sesso e progresso

Sento alla radio che la pubblica amministrazione, a costo di stuprare il codice, troverà il modo di penalizzare i clienti delle prostitute che infestano le strade (quelli più abbienti che mirano più in alto, invece, non danno nessun fastidio, ad ulteriore riprova, se ce ne era bisogno, che sono sempre i soldi a fare la differenza). La radio da anche notizia di un importante convegno sul tumore alla prostata, dilungandosi sulla importanza della prevenzione, ed indicando, per più di una volta, tra i fattori di prevenzione la “regolare attività sessuale”.

Un momento! Signor giudice, il mio cliente non stava andando a puttane: stava solo facendo una legittima e doverosa attività di prevenzione a tutela della propria salute, che essendo bene costituzionalmente protetto non può essere subordinato ai beni, di minore importanza, dell’ordine nelle strade o dello scorrimento della circolazione.

Comments 1

Leave a Reply

%d bloggers like this: