Vacanze, parte prima.

L’orologio di PragaQuest’anno, res miranda populo, sono andato in ferie. Ma ci sono andato per davvero, non facendo finta come al solito, dicendo a tutti che lo studio era chiuso e io chiuso dentro. No, nemmeno ho chiuso e me ne sono andato a casa a dormire. Stavolta ho chiuso, fatto le valigie e son partito e sono stato via qualche giorno. Non molti (meglio certe esperienze viverle per gradi).

La mia prima tappa è stata PRAGA. Una città da sogno, bella, ordinata, pulita. Ci devo tornare prima che arrivi l’Euro a sfasciare tutto. Stili diversi convivono in armonia. Soprattutto una città allegra.

I nostri amministratori dovrebbero andare a Praga in pellegrinaggio in ginocchio per imparare come si organizza una rete di trasporto pubblico.

Comments 1

Leave a Reply

%d bloggers like this: