Adesso vedo chiaro…

Sapevo da parecchio (almeno da quando mi sono convertito ai suoi prodotti) che Apple aveva una marcia in più. Non avevo mai capito fino in fondo in cosa consistesse. Adesso inizio a capire. E’ da venerdì scorso che ogni tanto ci fermiamo come degli scemi a contemplare la Time Machine del nuovo sistema operativo Leopard. Una forse anche banale utility di backup incrementale periodico automatico, molto ben strutturata, ma la cui interfaccia è diabolicamente studiata per suggerire l’idea che serva a riportare il computer indietro nel tempo. E ci riesce. E’ qualcosa di simile ai vecchi punti di ripristino di windows, ma non è ad essi nemmeno lontanamente assimilabile perchè questa, in più, ha fascino da vendere.

Comments 1

  • Personalmente non ho apprezzato molto il mancato supporto di Java 6 … Comunque finché il mio portatile (recentemente rivitalizzato da Kubuntu) sopravvive aspetto poi, piuttosto che usare Vista, mi piglio anch’io un Mac.

Leave a Reply

%d bloggers like this: