Natale al cinema

Sebbene non sia un cinefilo, a Natale ho fatto proprio indigestione, e non di panettone. La bussola d’oro: finalmente un bel fantasy di come non ne avevo visti dai tempi del Signore degli anelli, un occhio particolare alle ambientazioni, sia gli interni che le architetture esterne, che sono sopraffine. Paranoid Park: storia ben architettata sugli adolescenti ed il loro silenzio interiore, fatto di incomunicabilità e noia. Stona la inverosimile scena centrale da grand guignol, che, con Beethoven di sottofondo, pare voler sembrare Kubrik (senza riuscirci). L’età barbarica: sconvolgente ritratto di un mondo che è inequivocabilmente quello nostro di tutti i giorni e della voglia di scappare che fa venire. Da vedere, ma non è un film umoristico. Proposito per il nuovo anno: più cinema.

Leave a Reply

%d bloggers like this: