Peso forma

Mi dispiace che la brigatista rossa che stanno per estradare dalla Francia sia depressa e dimagrisca a vista d’occhio, ma, checchè ne dica Carla Bruni, non è un buon motivo per graziarla. In effetti anche le sue vittime sono dimagrite moltissimo in pochissimo tempo, senza che Carla Bruni trovasse alcunchè da ridire. Del resto non ebbi il sostegno di un intervento di Carla Bruni per il mio cliente M.A. che, al termine di una vicenda dolorosissima, tentò il suicidio in carcere. Soccorso in ritardo, riportò gravi lesioni cerebrali, diventando praticamente un vegetale. Ottenne perciò la sospensione dell’esecuzione, ma solo per due anni, cosa che innescava un atroce meccanismo che costringeva gli ormai decrepiti genitori del poveretto a richiedere ogni biennio che venisse rinnovata la sospensione, pena vedere il vegetale nuovamente traslato in carcere. Pensammo di risolvere la cosa chiedendo la grazia. Conservo ancora il foglietto con cui venne negata, nemmeno dal Presidente (che mai vide l’istanza) ma da un oscuro ministeriale che con un’unica riga fermò il procedimento, in quanto “non si ravvisano elementi per concedere la grazia”. Due pesi (forma) e due misure, as usual.

Comments 1

  • Forse chi ha scritto questi requisiti non ha mai pensato che si dovesse ricorrere alla grazia per risolvere un caso del genere confidando troppo sull’intelligenza futura del genere umano.

Leave a Reply

%d bloggers like this: