Gestori telefonici e diritto romano

Ho comprato un iPhone da Tim, l’ho pagato a prezzo pieno, ergo è mio, e ne faccio quello che voglio. Questa è una concezione romanistica della proprietà che i gestori telefonici non vogliono digerire. Voglio usare il mio iPhone usando il mio numero Vodafone, quindi stipulo con loro un patto accessorio al mio contratto per la fornitura di connettività internet (loro lo chiamano Vodafone Pack for iPhone, ma è un patto accessorio del contratto), ficco la sim nel telefono, faccio la chiamata per attivare la fornitura, attendo che un sms mi confermi l’attivazione, collego l’iPhone al Mac e con iTunes aggiorno l’operatore. Di connettersi a internet non se ne parla neppure. Chiamo il 190 e non sanno che dire, allora passo ai negozi in città. In uno mi dicono che se il telefono è brandizzato Tim, non può funzionare con Vodafone (il proprietario mi parla volgendomi le spalle). In un altro mi dicono che non sanno proprio cosa dire e di chiamare il 190 (il negozio è stranamente vuoto, e ne colgo le ragioni nello sguardo vacuo dei due addetti). Il bello viene nel terzo negozio, il più grande e importante della città: dapprima mi dicono che non c’è nulla da fare perchè il mio iPhone è brandizzato Tim, poi consultano certe loro misteriose istruzioni (alla mia richiesta di consultarle mi viene opposto una sorta di segreto telefon-militare), infine chiamano il 190 che non sa che fare. Tutti hanno insistito molto sul telefono brandizzato, a tutti ho detto che era mio-pagato-prezzo-pieno-non-locked, ma inutilmente.

Infine mi hanno licenziato mettendomi in mano un pizzino con il numero a pagamento della assistenza Apple. Qui, impeccabili come al solito, hanno risolto il problema in un minuto, con competenza tecnica, educazione e ridendo della storia del brandizzato, secondo loro un trucco ridicolo con cui credono di fidelizzare il cliente in realtà creando solo confusione.

Il 190 ha dimostrato di essere incompetente, nei negozi hanno dimostrato di essere incompetenti e maleducati. Questa è una conseguenza normale del concetto di proprietà che hanno nelle loro teste. La costituzione ha superato il concetto romanistico introducendo il fine sociale della proprietà. Le compagnie telefoniche hanno superato il concetto costituzionale, introducendo quello possessivistico: le lo ho venduto, ma non è proprio del tutto tuo, resta un po’ mio e voglio poter mettere il becco su come lo usi.

Chissà se a botte di garante si riesce a farglielo capire…

Comments 1

  • Ciao, purtroppo la maleducazione da parte dei gestori e commercianti è sempre più insopportabile, quando ti hanno venduto il prodotto sono felici (ovvio no?) e se hai bisogno ti devi come al solito arrangiare.
    Ma cosa vuoi questi sono ” tempi moderni tutti doveri e niente diritti! Allora mi consolo che non sono l’unica a lagnarmi della maleducazione. Buona giornata. Ah come al solito sei sempre fine ed educato. Ciao.. Buon Lavoro.

Leave a Reply

%d bloggers like this: