Precisione terminologica

Da cultore incallito di finezze linguistiche sono tra le altre cose dell’idea che, in presenza di un vocabolo specifico, l’uso (per scopi non definitori) della rispettiva circonlocuzione, o del termine generico, risponda – se non si usa la lingua a casaccio – ad una precisa esigenza, espressiva, stilistica, concettuale o descrittiva.

Mi spiego con un esempio: raccogliere i grappoli d’uva sfuggiti alla vendemmia, si dice “raspollare”, sicchè dovrebbe corrispondere ad una scelta precisa dire “stava raspollando” piuttosto che “stava raccogliendo i grappoli sfuggiti alla vendemmia”.

A volte invece esistono termini diversi per andare dal generale al particolare. L’acqua ghiacciata, per esempio, si chiama “ghiaccio” e il ghiaccio che cade dal cielo si chiama “grandine”.

Dico questo perchè da ieri mi sto arrovellando su cosa diavolo (sott)intendesse chi ha scritto sul tabellone dell’autostrada che erano previste piogge ghiacciate: forse che sarebbe piovuta acqua freddissima?

Comments 4

  • Ho il sospetto che si tratti di semplice traduzione maldestra da un programma in inglese. Sono comunque indeciso tra la ‘Pioggia gelata’ (Ice pellets) e la ‘Pioggia congelantesi’ (Freezing rain) anche su Wikipedia dicono che il termine viene usato per entrambi i fenomeni. Si tratta comunque di fenomeni distinti dalla grandine e quindi, per precisione terminologica, hanno nomi distinti. 😉

    Ti lascio qualche link per approfondire:
    http://it.wikipedia.org/wiki/Pioggia_gelata
    http://it.wikipedia.org/wiki/Pioggia_congelantesi
    http://it.wikipedia.org/wiki/METAR

  • Mi piace molto la finezza del tuo linguaggio.

    Infatti gli equivoci ( di carattere descrittivo ) nascono proprio da una scorettezza linguistica, me ne rendo conto anche io -che a volte- non sono coretta nell’espressione linguistica.

    Perciò se sbaglio nell’esprimermi cercherò di stare più attenta, e se c’è qui qualche errore, coreggimi pure.

    Giulia

  • Magari intendevano piogge E ghiacciate ma non vi era spazio sul tabellone per i tre caratteri: spazio E spazio. Potevano metterci un + ?!?

  • Il termine grandine si riferisce a quel fenomeno per cui dalle nubi (formate da goccioline di acqua e cristalli di ghiaccio), in seguito a brusche variazioni di temperatura/pressione, cadono pezzetti(-oni) di ghiaccio. Quando invece la pioggia, a causa di temperature rigide incontrate per così dire cammin facendo, solidifica diventando ghiaccio si ha, appunto, una semplice solidificazione da cui l’idea di pioggia ghiacciata (acqua liquida mista a ghiaccio). In genere poi, gli agglomerati di grandine hanno diametri superiori.

    Certo, gli effetti sulla carrozzeria potrebbero gli stessi 😉

Leave a Reply

%d bloggers like this: