La risposta

Nei romanzi sulla Guida Galattica per Autostoppisti di Douglas Adams, si legge della vicenda di un supercomputer (che si chiama Pensiero Profondo) programmato per dare la risposta alla domanda fondamentale sulla vita, l’universo e tutto quanto, che dopo avere elaborato i dati per sette milioni e mezzo di anni comunica che la risposta è 42. Il fatto è che è la domanda a non essere nota con precisione, e da qui parte una incredibile ricerca non più della risposta (ormai nota) ma della domanda, che vede la costruzione di un altro supercomputer, la distruzione della Terra, la formulazione di ipotesi secondo cui la domanda sarebbe il primo verso di una canzone di Bob Dylan (quante strade deve percorrere un uomo?). Parrebbe in effetti che tutto sia causato dal fatto che la domanda e la risposta non possano coesistere nello stesso universo, perchè si annichilirebbero. A Godel piacerebbe questa ipotesi. Il fatto è che io credo che sia vera: in effetti, se conoscessimo la risposta e la domanda, la vita perderebbe molto del suo senso, che è proprio la ricerca della domanda (visto che la risposta è comunque 42).

Comments 4

Leave a Reply

%d bloggers like this: