Mi è sfuggito qualcosa?

Sono convinto che il semplice fatto che una certa categoria di prodotti venga pubblicizzata, sia conseguenza del fatto che in quel momento di quei prodotti vi sia richiesta. I gelati vengono pubblicizzati in estate, i panettoni a Natale e via dicendo. Quindi il fatto che da qualche tempo vengano pubblicizzati con una certa insistenza prodotti per favorire – diciamo – la regolarità intestinale, è un sintomo del fatto che probabilmente in questo periodo c’è molta gente – diciamo – poco regolare. Ora, il fatto è che IO da qualche tempo a questa parte sto avendo parecchi fastidiosi problemini da quel punto di vista, e, visto che da quanto sopra deduco di non essere il solo, mi chiedo: ma c’è qualche epidemia, o è il ritorno della “marcia dei colitici” dell’indimenticabile Giorgio Gaber?

Comments 2

  • Si chiama “vita sedentaria” … tieni presente che siamo stati progettati per fare qualche chilometro al giorno nel tentativo di procurarci come cibo radici, frutta, insetti e magari qualche piccolo animale. Considerato qunto lontano siamo andati dalle specifiche iniziali direi che non possiamo lamentarci piu’ di tanto.

  • Non penso si possa imputare questo disagio diffuso alla sedentarietà in quanto la condizione citata è per molti un’abitudine stabile da molto tempo quindi deve esserci un’altra ragione scatenante (trigger).

    Credo che il problema sia nelle temperature e forse anche nell’umidità. Avendo avuto questa intuizione mi sono dilettato a cercare su internet una possibile correlazione e infatti l’ho trovata (non significa che sia vero, poichè non è argomentata, ma rende la mia ipotesi un pochino più plausibile):

    http://www.naturmed.unimi.it/meteolab_igro.html

    <>

    Per quanto riguarda la pubblicità possiamo dire quanto segue: da diverso tempo i meteo in tv riportano le temperature previste e anche le temperature percepite che dipendono anche dall’umidità nell’aria (meno umidità c’è più velocemente il nostro sudore asciuga senza condensare e ci tiene fresco invece di renderci appiccicosi e puzzolenti). Ebbene se questa correlazione è nota per quelli che fanno trasmissioni meteo allora è prevedibile che anche i pubblicitari e i loro clienti siano consapevoli della correlazione fra eventi climatici anomali e condizioni patologiche diffuse.

    Comunque nel tuo caso è colpa del tuo nick ancestrale: monaco irregolare!

Leave a Reply

%d bloggers like this: