Bugie con le gambe corte

Qualche giorno fa, mentre aspettavo che iniziassero i processi, io e tutti i colleghi siam stati sloggiati dall’aula da un drappello di poliziotti che volevano usarla per portarci a spasso i loro cani. Mentre le simpatiche bestiole annusavano da ogni parte, chiedo a un poliziotto rimasto fuori che cosa fosse successo e cosa cercassero i cani. Mi risponde con fare evasivo: “ma no, stia tranquillo, non è successo nulla, nessun problema, giusto così per fare”. In testa aveva un berretto con sopra scritto “artificieri”.

Comments 1

Leave a Reply

%d bloggers like this: