Sempre lui

Il mio commercialista, quello che vorrei fucilare, adotta la tecnica da secoli in voga presso la diplomazia vaticana: quando si presenta un problema si apre una pratica, la si mette in un cassetto e la si lascia li per tre anni. Quando la si tira fuori novanta su cento il problema si è risolto da se. Infatti quando gli chiedo qualcosa, di solito ci mette talmenta tanto a rispondere che il più delle volte ho già risolto da me.

(Scherzo, Cosimo, lo sai che ho una gran stima di te).

Comments 2

  • Giusto per continuare a giocare al ‘piccolo sociologo’ dal mio punto di vista di semplice peone destinato a 8/18 5/7 mi sono sempre chiesto cosa muove un commercialista quotidianamente. Possibile che i professionisti riescano a soddisfare tutte le neccessita’ umane all’interno dello “studio” (corollario segretaria/amante)?

    • Io non sono un commercialista, ma in quanto avvocato non scherzo, passo molto della mia vita in studio, ma ti garantisco che le necessità umane vanno soddisfatte altrove. Ecco perchè i commercialisti non sono umani.

Leave a Reply

%d bloggers like this: