Tempi duri

Oggi, nel breve tragitto tra il mio studio e il Tribunale ho incontrato otto (otto!) mendicanti. Un paio erano quelli storici della zona, seduti con il loro compendio di cartelli e santini, altri erano nuovi, dall’aspetto normale, una era una signora come tante. Alcuni non si limitavano a tendere la mano, ma venivano incontro, chiedendo. Certo, c’è la crisi, la manovra, i tagli. Ma la manovra e i tagli non risolleveranno queste persone ed anzi ne spingeranno in basso ancora altre. Una simile massa di bisognosi non può limitarsi a tendere la mano, e moltissimi, prima o poi (dipende solo dalla soglia personale di ciascuno) andranno a ingrossare la già nutrita schiera degli abituali utenti della giustizia penale (cioè i ladri di polli).

E verranno tempi (ancora più) duri se la giustizia penale non sarà capace di rinunciare alla sua naturale vocazione repressiva per porsi come guardiano di una giustizia (anche) sociale, se cioè non saprà garantire – semplicemente – che la legge sia uguale per tutti.

Comments 1

Leave a Reply

%d bloggers like this: