Captatio benevolentiae

Qualche giorno fa in città c’è stata, o meglio avrebbe dovuto esserci, una partita di calcio, in vece della quale c’è stata una sorta di spettacolo gladiatorio, tenuto da un’orda di tifosi serbi capeggiati da una specie di belva assetata di sangue (con tanto di occhi iniettati e bava alla bocca) che dice di chiamarsi Ivan.

Arrestato, Ivan fa adesso sapere dal carcere che il suo principale cruccio è che gli manca molto la mamma. Domani dichiarerà che gli spaghetti sono il suo piatto preferito, dopodomani vorrà mangiare una pizza, ed infine chiederà che gli venga portato un mandolino.

Che stia cercando di rendersi simpatico?

Comments 1

  • Forse è vero questi signori sono una sorta di moderni licantropi e in genere ritornano alla normalità una volta lontani dallo stadio … oppure il tuo collega che si occupa della vicenda non ha altro su cui lavorare se non le pubbliche relazioni.

Leave a Reply

%d bloggers like this: