Inquietanti conferme

Mi ero già appuntato della Maserati Coupè (rectius: Quattroporte) vista al TG che usciva da un vertice di governo a Palazzo Grazioli: mi chiedevo chi ci viaggiasse. Beh ieri al TG si è vista la stessa scena ma stavolta si è visto anche chi c’era a bordo: Gianni Letta.

Facciamo un po’ di qualunquismo: secondo il listino Quttroruote, oggi, una Maserati Quattroporte costa oltre 116.000  euro; una BMW B3 berlina 63.000; una Mercedes classe S 77.000; una Audi A8 78.000; una Jaguar XJ 85.000. E non ho detto di farli girare con una Smart (come forse sarebbe giusto) e neppure con una decorosissima Alfa 159 berlina da 24.000 euro.

Forse chiedendo sacrifici era meglio un po’ di understatement, perchè qualche maligno potrebbe pensare che i nostri sacrifici servano a pagare i loro privilegi, qualche realista potrebbe pensare che i nostri sacrifici di oggi servano a tappare le falle della loro bengodi di ieri.  Insomma aspetto solo di sentirmi suggerire di mangiare brioches.

Comments 3

  • Eppoi si domandano come mai certe cose non vadano…Ci sarebbero molte cose che potrebbero fare con i soldi che sprecano in macchine, soldi che provengono dalle nostre tasche. MI fanno schifo.

  • beh, io estenderei il discorso a tutti gli acquirenti di tali beni: la verità è che non dovrebbero proprio essere commercializzati. Lo dico a costo di sembrare un veterocomunista fautore dell’auto unica, ma insisto: gli errori e gli orrori del blocco sovietico non erano certo la Trabant o la Zastava, come non lo è la Paykan in Iran. Erano forse tra le poche cose in cui erano più avanti del blocco occidentale (non tecnologicamente forse, ma socialmente di sicuro).

  • Beh, a quella delle brioches, alla fine, le hanno tagliato via la testa, chissà che, senza andare sul cruento, un giorno non capitolino anche loro…

Leave a Reply

%d bloggers like this: