Monthly archives: September, 2011

Perchè?

Mi trovo in un tribunale per i minorenni di una città qualunque in Italia. Una bolgia pazzesca di gente nell’atrio del tribunale fino in strada. Avevano calendarizzato otto processi in due ore, ne hanno fatti due. Il mio cliente non ma ha dato un soldo, ed oggi stesso, sollecitato sull’argomento, mi ha detto di non …

Ne pereat mundus

Anche oggi sono uscito e ho difeso i miei clienti, come la mia scienza mi ha permesso e la coscienza mi ha imposto, senza mai dimenticare che sono uomini e non processi. Nessuno mi ha protetto dai ricordi delle mie ferite. Non ho salvato il mondo, Non salverò me stesso.

De Quevedo: Amor costante ben oltre la morte

Potrà serrare gli occhi miei l’estrema Ombra che a me verrà il bianco giorno; E potrà sciogliere questa mia anima Un’ora ai suoi affanni più sollecita; Ma non da questa parte della riva Lascerà la memoria da dove ardeva: Nuotar sa la mia fiamma nell’acqua gelida, E mancar rispetto alla legge più severa. Un’anima che …

Pavese: To C. from C.

You, dappled smile on frozen snows – wind of March, ballet of boughs sprung on the snow, moaning and glowing your little”ohs” – white-limbed doe, gracious, would I could know yet the gliding grace off all your days, the foam-like lace of all your ways – to-morrow is frozen down in the plain – you …

Ungaretti. Mio fiume anche tu.

Mio fiume anche tu, Tevere fatale, Ora che notte già turbata scorre; Ora che persistente E come a stento erotto dalla pietra Un gemito d’agnelli si propaga Smarrito per le strade esterrefatte; Che di male l’attesa senza requie, Il peggiore dei mali, Che l’attesa di male imprevedibile Intralcia animo e passi; Che singhiozzi infiniti, a …

Valeat Mundus

Altri, e più autorevolmente di me, hanno affrontato il problema delle dinamiche – non sempre prevedibili – della blogosfera; si potrebbe spendere molto inchiostro su come abbia su di essa influito la massificazione di rete via Facebook. Io mi limito a chiedermi solo come mai io posto poesie che son dei capolavori, ed in mezzo …

Gaii Valerii Catulli Carmina, XI

Furi et Aureli comites Catulli, sive in extremos penetrabit Indos, litus ut longe resonante Eoa tunditur unda, sive in Hyrcanos Arabesve molles, seu Sagas sagittiferosve Parthos, sive quae septemgeminus colorat aequora Nilus, sive trans altas gradietur Alpes, Caesaris visens monimenta magni, Gallicum Rhenum horribile aequor ulti- mosque Britannos, omnia haec, quaecumque feret voluntas caelitum, temptare …

Ridi, pagliaccio!

Porterò la maschera e la corazza, E sotto, il mio affanno inconosciuto. Saprò che tutto sarà invano, Perchè all’uomo non è concesso altro, Ma almeno sarò come gli eroi di Omero: Quando cadrò, calerà la tenebra sugli occhi, Risonerà sopra di me la mia armatura. Risonerà altro bronzo, Occhi avranno lacrime silenziose, Mani pietosa sepoltura. …