Ridi, pagliaccio!

Porterò la maschera e la corazza,
E sotto, il mio affanno inconosciuto.
Saprò che tutto sarà invano,
Perchè all’uomo non è concesso altro,
Ma almeno sarò come gli eroi di Omero:
Quando cadrò, calerà la tenebra sugli occhi,
Risonerà sopra di me la mia armatura.

Risonerà altro bronzo,
Occhi avranno lacrime silenziose,
Mani pietosa sepoltura.
Inni e preghiere e incensi,
Nulla potrà dar pace
A chi arrendendosi è perito.

Leave a Reply

%d bloggers like this: