Meglio tardi

Una peculiarità (ovviamente negativa) della nostra giustizia è la lentezza; un’altra peculiarità (sempre negativa) è la totale mancanza di relazione tra le procedure ed i loro contenuto. Peculiarità negativa al quadrato sono quindi le procedure complicate che producono risultati inutili in tantissimo tempo.

Oltre dieci anni fa un mio assistito, allora ventenne, durante il militare, per una sciaguratissima disattenzione, esplose inavvertitamente un colpo colla carabina di ordinanza, uccidendo un commilitone. Venne perquisito il suo armadietto in caserma e sequestrato (chissà poi perché) un berretto e un pacchetto di sigarette.

Ieri il tribunale mi ha notificato un atto con cui si dice che il mio assistito, che ormai ha passato la trentina e avrà buttato alle spalle quella tragica esperienza, deve correre a riprendersi il suo berrettino e le sue sigarette, di cui il giudice (dieci anni fa) ha in sentenza ordinato la restituzione.

La legge è legge e va si rispettata, ma non sarebbe male individuare meccanismi diversi per la custodia e restituzione di un dipinto del ‘600 e di un berretto.

Non turberò quel poveruomo, l’atto finirà nel tritacarta e il berretto nell’oblio (scommetto che tra dieci anni mi troverò l’ufficiale giudiziario alla porta col berretto in mano per fare l’offerta reale).

Comments 1

Leave a Reply

%d bloggers like this: