LaTre

Avevo una scedina ricaricaribile della Tre che mi davano anche un cellulare purchè ricaricassi di dieci euro per un certo tempo. Contratti capestro che credi di avere un cellulare ma invece sei servo della gleba della Tre per un pezzo. Fatto sta che in quel momento mi serviva quel servizio, con quel cellulare e a quel prezzo la cosa poteva avere un senso. Pensavo che potesse avere un senso. Il seguito prova che avevo torto.

Ben presto però la Tre toglie quell’unico servizio che mi serviva (la storia di Skype, troppo lunga noiosa e triste per ricordarla) ed io vengo sifonato la prima volta: non mi danno più il servizio per cui ero diventato servo della gleba di Tre, ma resto servo della gleba di Tre.

Pazienza, ma intanto chiamo il 133 e chiedo: quando scade il vincolo? Novembre 2011. Non mi fido e faccio la stessa domanda al negozio: novembre 2011.

Novembre 2011 smetto di ricaricare e mi vendo il cellulare per me del tutto inutile. Un giorno mi arriva una lettera: guarda un po’, il servizio non scadeva a novembre, ma a marzo 2012, e vogliono i soldi. Vado al negozio, riconoscono l’errore, pago marzo, chiedono lo storno per dicembre, gennaio e febbraio.

Pochi giorni dopo mi sospendono il servizio: mando una raccomandata per spiegare la cosa, ma nessuno mi caga.

Pochi giorni dopo mi arriva una nuova lettera, rispondo con altra raccomandata ma nessuno mi caga.

Mi rivolgo di nuovo al negozio ma mi dicono che tanto non mi cagherà mai nessuno. Solo per via di amicizie FORSE mi daranno retta.

Ieri una raccomandata mi intima di pagare i loro maledetti DIECI (DIECI!) euro, sotto comminatorie ai limiti del codice penale. Va bene mi sa che pagherò, ma che senso terribile di impotenza essere un verme che la Tre ti può schiacciare come vuole senza che tu possa nemmeno far sentire la tua ragione.

Comments 4

Leave a Reply

%d bloggers like this: