Lo strano caso del tribunale fantasma

L’Avv. Baldo Degli Ubaldi è un mio vecchio compagno di corso, con il quale sono rimasto in contatto. Lavora in un’altra città, ma essendo un vero giramondo gli capitano le avventure più strane praticamente in tutti i tribunali d’Italia. Inoltre il collega è persona davvero particolare, perchè rimane frequentemente coinvolto nelle situazioni più assurde o, come dice lui, “ai confini della realtà”. Ogni volta che mi telefona e che esordisce con il suo caratteristico “tutte a me!”, posso stare certo che è stato protagonista di una nuova incredibile situazione, ma anche del fatto che ancora una volta il “caso” sarà stato risolto dalla sua proverbiale sagacia.

Ieri, per esempio, mi ha raccontato questa storia: era stato incaricato di una difesa in un processo penale, e si era accorto che, per motivi che non era in nessun modo riuscito a capire, questo processo era finito alla cognizione di un giudice incompetente per territorio. La mattina dell’udienza si è presentato in tribunale e ha avanzato la sua brava eccezione di competenza territoriale, chiedendo che il processo venisse trasmesso al tribunale competente, quello della città in cui erano avvenuti i fatti.

A questo punto il pubblico ministero, dopo avere riconosciuto la fondatezza della eccezione, osserva che però il tribunale in questione stava per essere soppresso e la sua competenza sarebbe stata riassorbita proprio da quello davanti a cui era stata sollevata l’eccezione. “Si, ma quel tribunale oggi esiste! Come fa il giudice a fare finta di nulla e superare la mia eccezione?” ha replicato Baldo! Nulla da fare, il tribunale esiste, ma non esisterà più presto e quindi è come non esistesse. Motivi di economia processuale. Insomma un tribunale fantasma.

Il giudice, messo davanti a un tribunale fantasma, non sa cosa fare e fa la sola cosa che nei tribunali si fa quando non si sa più cosa fare: rinvia la causa di una settimana. La settimana dopo, Baldo era proprio curioso di vedere come il giudice avrebbe potuto motivare la cosa, in caso di reiezione dell’eccezione.

Invece la settimana aveva portato consiglio e l’eccezione è stata accolta. Baldo ha commentato divertito: alla fine il giudice si è convinto che i tribunali sono come il signor di La Palisse, che un quarto d’ora prima di morire, era ancora vivo.

Leave a Reply

%d bloggers like this: