Retroscena

Quando chiesero a Neil Armstrong come fosse andato il viaggio sulla Luna, egli rispose “tutto ha funzionato quasi perfettamente, nel senso che nulla ha funzionato perfettamente”. Del resto la perfezione non è di questo mondo, ed io ho accennato a particolari negativi della mia breve vacanza, ed è di quelli che adesso mi voglio un po’ lamentare. In realtà l’aspetto negativo è stato uno solo: il lavoro non ci ha lasciati un solo istante in pace. Prima ha cominciato il collega che non riusciva ad aprire i files firmati digitalmente (il processo telematico è entrato in vigore da un mese e mezzo) poi il cliente a cui hanno notificato un precetto, poi un grosso ente che voleva un parere all’istante, poi a ruota gli altri, così tanti che quasi adesso non me li ricordo più. La cosa mi ha indotto cupe riflessioni tutte in questo modo riassumibili: dove ho sbagliato? Perchè credo sia inevitabile concludere che sono io che sbaglio. Mi spiego: tenere il cellulare spento non è possibile perchè a volte possono anche esserci necessità realmente urgenti, che richiedono una risposta, e quindi il problema si sposta sul versante di quelli che non hanno il senso delle priorità (torneremo su questo aspetto in un prossimo post), ma il fatto è che io, il mio studio, tutta la mia attività, non costituiamo una realtà così importante da farmi pensare che sia statisticamente normale una simile incidenza di persone prive di senso della priorità. Quindi la conclusione è inevitabile: qualcosa deve essere andato terribilmente storto nella mia impostazione del lavoro.

Comments 3

  • se ne chiaccherava amabilmente tra colleghi davanti ad una birretta fresca un paio di sere fa. Le strategie vanno da: abbandonare telefono e PC in ufficio, avvisando i parenti che si sarà raggiungibili solo sul telefono della moglie fino all’uso della segreteria telefonica incentivato da un messaggio SMS del tipo “sono in ferie, richiamo appena possibile”…. d’altronde se si sa che sei disponibile chi si trattiene dal non approfittarne? 😉

    Che io poi non sono granchè nella gestione di queste situazioni 😉

    ciao, f.

  • probabilmente hai solo dimenticato di cambiare il messaggio di saluto della segreteria telefonica dello studio in “a meno che non vi stiano arrestando, chiamatemi solo al mio ritentro dalle ferie, che avverrà il 30 agosto 2014”

  • Vuol dire che ti vogliono bene (anche se non sanno come esprimerlo) 🙂 Io sono tornato dalle ferie con 0 telefonate, 320 mail e un post-it.

Leave a Reply

%d bloggers like this: