Perché Facebook non è un bel posto.

Immaginate che una mattina un tizio si svegli e decida di mettere a disposizione di tutti un contenitore, in cui i contenuti ce li mettano gli utenti, e che peraltro grazie a questa idea faccia un sacco di soldi. Onore al merito, soprattutto perchè l’idea è pessima, in quanto stravolge un concetto fondamentale e cioè che i contenuti debbano esistere prima e talvolta indipendentemente dal media che li veicola. Una volta uno aveva una idea e poi (a seconda dell’idea) sceglieva come veicolarla: un libro, un dipinto, un film. Nessuna idea, nessun media. Del resto ci sarà un motivo se finora gli unici contenitori a disposizione di quisque de populo erano solo i cassonetti dell’immondizia.

Immaginate quindi che io crei una bella scatola, molto ben decorata ma vuota, e che la faccia girare dicendo che ciascuno può metterci dentro quello che vuole. Fatalmente anche chi non ha assolutamente nulla da mettere nella scatola, finirà per sentirsi in obbligo di metterci qualcosa comunque, ed ecco che altrettanto fatalmente a fine sera la mia scatola sarà piena di bottoni, fermagli, elastici, foto di gatti e forse di un paio di osservazioni acute.

Un paio di giorni fa ho postato su Facebook una richiesta di aiuto, peraltro molto banale, per un mio problema informatico, che oggi una mia cara amica mi ha risolto (rispondendo su Facebook) con un suggerimento vincente. Il fatto è che prima un po’ di gente era comunque intervenuta in modo del tutto inutile (se io chiedo un birillo rosso, che senso ha rispondermi che sei pieno di birilli ma sono tutti neri o bianchi?). Insomma molti si sono sentiti di dover intervenire comunque anche per dire nulla. Ho quindi anche capito perchè a un post serissimo nessuno risponde e perchè a un post faceto tutti mettono un bel “mi piace”.

Io su Facebook, ci sono, ma principalmente per farmi gli affari altrui (quanti debitori stanati ed eseguiti grazie alla loro foto su FB accanto alla loro moto nuova fiammante con la targa in bella vista…).

Comments 1

  • Se hai bisogno di aiuto meglio cercare su un forum specializzato dove, di solito, c’è un amministratore a implementare la direttiva “astenersi perditempo” (mentre su Facebook è “benvenuti perditempo”) … certo che il panorama dai forum in italiano è piuttosto ridotto rispetto a quelli in inglese

Leave a Reply

%d bloggers like this: