Sesso gratis.

Segno dei tempi: proliferano da qualche tempo le scritte pubblicitarie in cui, entro un più ampio contesto scritto in caratteri minuscoli, le sole parole “sesso” e “gratis” sono scritte in caratteri cubitali, in modo da essere le sole leggibili a distanza. L’idea è che la prospettiva del “sesso gratis” sia accattivante e spinga il lettore ad avvicinarsi (e a sorbirsi la pubblicità di un qualcosa di molto meno seducente). Devono credersi molto spiritosi. Il fatto è che la cosa sottende la convinzione che il sesso sia per forza qualcosa a pagamento (sicché averlo gratis è un valore aggiunto) e non considera minimamente che dover pagare per avere sesso non è una caratteristica del sesso ma un problema della persona. Ma forse, in questa società di puttanieri e onanisti telematici, ancora una volta, a pensar male si indovina.

Leave a Reply

%d bloggers like this: