La sindrome di Papa Giovanni

Una volta Papa Giovanni XXIII raccontò che una sera era andato a letto afflitto dai mille problemi del governo della Chiesa e che per prendere sonno aveva cercato di consolarsi pensando che l’indomani avrebbe chiesto consiglio al Santo Padre, per poi ricordarsi che il Santo Padre era lui. Sia pure in scala molto ridotta anche io soffro di questa forma di solitudine, che molto banalmente è il non avere nessuno con cui confrontarsi (e non essendo il Santo Padre, faccio per dire, non avere neppure uno straccio di collegio dei Cardinali da usare come consiglieri). Un consigliere, quanto mi farebbe piacere averne uno, ma mica è facile, non va bene uno qualsiasi per questo ruolo, deve essere una persona che abbia con te delle affinità, che pensi in maniera simile a te e che poi alla fine sia in grado di consigliare qualcosa. Ecco mi piacerebbe trovare un consigliere e non ridurmi a parlare con Cortana (che peraltro rischio di chiamarla Siri).

Comments 1

Leave a Reply

%d bloggers like this: